“Suicide is painless”, la canzone di M.A.S.H.

di Bruno Ciccaglione Diventata famosissima soprattutto nella versione strumentale, come sigla della serie televisiva che per 11 stagioni seguì il film M.A.S.H. di Robert Altman per cui fu scritta, la canzone Suicide is painless è uno dei più clamorosi esempi della capacità della musica, forse più delle altre arti, di trascendere le intenzioni consapevoli degli... Continue Reading →

Accordi e disaccordi di Woody Allen (USA 1999)

di Simone Lorenzati Succedono cose terribili alla gente innamorata, io lo so(Emmet Ray/Sean Penn) Emmet Ray è l’alter ego di Django Reinhart, chitarrista di jazz gitano, ben conosciuto anche a chi non è a proprio agio con la musica swing e dintorni. Sono uguali e diversi, uniti e agli antipodi. Ray, tuttavia, nella realtà non... Continue Reading →

La febbre del sabato sera, di John Badham (1977)

di Bruno Ciccaglione Ci sono a volte dei film che entrano nella storia del cinema pur non avendo straordinari meriti artistici, ma perché hanno saputo cogliere un momento di passaggio della società - in qualche modo concorrendo a definirlo e ad amplificarlo. È il caso emblematico di La febbre del sabato sera, che immortala, prima... Continue Reading →

M.A.S.H., di Robert Altman (1970)

di Bruno Ciccaglione Dopo oltre 50 anni dalla sua uscita, superato in popolarità dalla serie televisiva che ispirò e che durò per ben 11 stagioni, M.A.S.H. di Robert Altman pone le basi formali di un modo diverso di fare cinema, nel suo essere radicalmente irriverente verso il potere, scorretto politicamente, non convenzionale e apparentemente caotico.... Continue Reading →

Moby Dick, la balena bianca, di John Huston (1956)

di Bruno Ciccaglione “Se Iddio avesse voluto essere pesce, sarebbe stato balena!” Quando John Huston si dedicò finalmente alla realizzazione di un film tratto dal suo libro preferito, l’imponente capolavoro di Melville, scelse per aiutarlo nella scrittura della sceneggiatura Ray Bradbury, giovane scrittore suo ammiratore, di cui Huston aveva apprezzato i libri (Cronache marziane e... Continue Reading →

The Suicide Squad, di James Gunn (2021)

Di A.C. James Gunn riaccende la fiamma della produzione supereroistica della DC con un cinecomics quantomai distante dal filone cinematografico sotto la guida di Zack Snyder.Un sequel del prodotto firmato David Ayer del 2016, ma che in realtà sa di un rifacimento ex novo dello stesso soggetto ma in maniera molto più creativa, dissacrante e... Continue Reading →

La saga del Padrino. Riferimenti storici nei tre capolavori di Francis Ford Coppola

di Federico Bardanzellu Nella redazione del romanzo “Il Padrino” (The Godfather, 1969), Mario Puzo cercò di inserire un buon numero di collegamenti storici alla vicenda narrata. Francis Ford Coppola, nella direzione dei tre film della “saga” proseguì su questa scia. Soprattutto nel secondo e nel terzo episodio, in cui il suo genio si esprime al... Continue Reading →

I’m easy di Keith Carradine in Nashville di Robert Altman (1975)

di Bruno Ciccaglione L’utilizzo delle canzoni nei film può avvenire in molti modi. Spesso si prende una canzone famosa e la si inserisce nella colonna sonora, come ad esempio è accaduto con le canzoni di Bob Dylan in molto cinema americano. Negli ultimi anni, invece, nel cinema mainstream prevale un uso delle canzoni funzionale alla... Continue Reading →

George Stevens: una retrospettiva al Festival del Cinema Ritrovato

di Girolamo Di Noto Chi avrà quest'anno la possibilità di assistere alle proiezioni del Festival del Cinema Ritrovato (a Bologna, dal 20 al 27 luglio) si potrà considerare doppiamente fortunato: prima di tutto avrà modo di respirare la bellezza dei film classici, di ammirare opere difficili da reperire, quegli sguardi dei Maestri del cinema che... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: