“Blue my mind – Il segreto dei miei anni”

Di Corinne Vosa “Questa è la metamorfosi, scendere nel buio e sorgere di nuovo. Non è uno scherzo, è un viaggio all’inferno.” (Jeanette LeBlanc) Mia, una ragazza di quasi sedici anni, si trasferisce con la famiglia a Zurigo. Oltre al cambiamento di casa e al rapporto difficile con i suoi coetanei si trova ad affrontare … Continua a leggere “Blue my mind – Il segreto dei miei anni”

IL RESTAURO DI  ‘PASQUALINO SETTEBELLEZZE’ (1975), di L. Wertmuller

La versione restaurata di Pasqualino Settebellezze, film-culto realizzato da Lina Wertmüller nel 1975, sarà presentata ufficialmente mercoledì 22 maggio 2019 al festival di Cannes. Il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale ha curato, grazie all’impegno economico di Genoma Films, il restauro del film diretto nel 1975 da Lina Wertmüller (Mimì metallurgico ferito nell'onore, Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto) e … Continua a leggere IL RESTAURO DI  ‘PASQUALINO SETTEBELLEZZE’ (1975), di L. Wertmuller

Tragedia e vendetta ne ‘Il sacrificio del cervo sacro’ di Y. Lanthimos

di Roberta Lamonica Agamennone: …il potere, sebben dolce, ad averlo t'accora. Uno sbaglio talor verso i Numi la tua vita sconvolge; talora la cruccian gli umori degli uomini, tristi e discordi… (Ifigenia in Aulide, Euripide) Premiato a Cannes 2017 con il Prix du Scénario, Il sacrificio del cervo sacro è il penultimo lavoro del cineasta … Continua a leggere Tragedia e vendetta ne ‘Il sacrificio del cervo sacro’ di Y. Lanthimos

‘Tacchi a spillo’: tutto sul Pedro che verrà

di Laura Pozzi Vissuto all'ombra di giganti quali 'Tutto su mia madre', 'Parla con lei' e 'Volver', Tacchi a spillo pellicola realizzata nel 1991 rappresenta una tappa cruciale nella stravagante filmografia di Pedro Almódovar. Dopo il successo mondiale di 'Donne sull'orlo di una crisi di nervi' e gli amorevoli eccessi di 'Lėgami!', con questo film … Continua a leggere ‘Tacchi a spillo’: tutto sul Pedro che verrà

Vittime del peccato (Messico, 1951), di Emilio Fernandez.

di Girolamo Di Noto Autentico mattatore dell’età d’oro del cinema nazionale, Fernández definiva se stesso ‘IL cinema messicano’. ‘Vittime del peccato’ non ha goduto dello stesso successo di altri suoi film, come ‘Enamorada’, per esempio, e viene considerato già nella fase decadente della sua produzione. Per certi versi, questo film rimanda all’opera teatrale di Maxim … Continua a leggere Vittime del peccato (Messico, 1951), di Emilio Fernandez.

‘All’Ovest niente di nuovo’, di L. Milestone: non è dolce né dignitoso morire per la patria.

di Roberta Lamonica. ‘... Se tu potessi sentire, ad ogni sobbalzo, il sangue che arriva come un gargarismo dai polmoni rosi dal gas, ripugnante come un cancro, amaro come il bolo di spregevoli, incurabili piaghe su lingue innocenti, amico mio, tu non diresti con tale profondo entusiasmo ai figli desiderosi di una qualche disperata gloria, … Continua a leggere ‘All’Ovest niente di nuovo’, di L. Milestone: non è dolce né dignitoso morire per la patria.

Le due inglesi (e il continente): la sublime imperfezione di un maestro

di Laura Pozzi Nella filmografia di ogni grande autore non è raro imbattersi nel classico film maledetto, o per dirla con le parole di François Truffaut riferendosi a "Marnie" di Alfred Hitchcook "il grande film malato". Una sorta di capolavoro mancato, un figliol prodigo fortemente voluto, ma capace di mettere in discussione l'intera produzione artistica … Continua a leggere Le due inglesi (e il continente): la sublime imperfezione di un maestro

4 Mosche di Velluto grigio: il film che prepara al capolavoro di D.Argento, ‘Profondo Rosso’.

di Fabrizio Spurio. '4 Mosche di Velluto Grigio' (1971), di D. Argento con M. Brandon, M. Farmer, J.P. Marielle, Bud Spencer, S. Satta Flores, O. Lionello. Terzo capitolo della cosiddetta ‘trilogia degli animali’, subito dopo il ‘Gatto a nove code’, Argento realizza un nuovo thriller dai risvolti più personali e intimi. Questo film segna una … Continua a leggere 4 Mosche di Velluto grigio: il film che prepara al capolavoro di D.Argento, ‘Profondo Rosso’.

“I figli del fiume giallo”. Nostalgia e speranza

di Corinne Vosa Ai margini della società ogni essere umano tenta di realizzare come meglio può l’utopia di una vita degna di essere vissuta, spesso macchiandosi di peccati irrimediabili e rimanendo imprigionato nella rete dei propri errori. Qiao (Zaho Tao, moglie e musa del regista) è la compagna di Bin (Liao Fan), un rispettato e … Continua a leggere “I figli del fiume giallo”. Nostalgia e speranza

‘Stalker’ e le cose deboli del mondo.

di Roberta Lamonica Stalker’ (1979), di A. Tarkosvkij. Tratto dal romanzo di fantascienza ‘Picnic sul ciglio della strada’ di A. e B. Strugackij, ‘Stalker’ racconta il viaggio di tre uomini (lo Stalker o guida, lo Scrittore e lo Scienziato) in un'area misteriosa e proibita, la Zona, al cui interno c’è una stanza in cui ogni … Continua a leggere ‘Stalker’ e le cose deboli del mondo.