I, Tonya (2017), di Craig Gillespie

di Roberta Lamonica ‘There is no such thing as truth… Everyone has their own truth.’ Tonya Harding, una Margot Robbie in una grande prova d’attrice, rende chiaro fin da subito che lo spettatore vedrà non ‘la’ verità dei fatti ma ‘una’ verità o forse solo qualche frammento confuso, sovrapponibile o contrastante di essa. Lo stesso... Continue Reading →

Lo chiamavano Jeeg Robot, di Gabriele Mainetti (2015)

di Laura Pozzi Quello di Gabriele Mainetti è di sicuro uno degli esordi alla regia più innovativi, originali e accattivanti degli ultimi anni, complice un certo Jeeg Robot d’acciaio, che nel 2015 sfodera un micidiale maglio perforante sulla festa del cinema di Roma. Un nome che al solo pensiero, suscita una torrenziale pioggia di emozioni... Continue Reading →

Fellinopolis (2020) di Silvia Giulietti

Di Luca Biscontini Il mito dei set di Federico Fellini è una sorta di tema “eterno ritornante”, si potrebbe dire anche banale, nella misura in cui la sua narrazione è stata sviscerata ampiamente, visto che era proprio il regista, tra dimensione ludica e civetteria, ad alimentarne la diffusione. Trovarsi nello Studio 5 di Cinecittà, a... Continue Reading →

Chi ha incastrato Roger Rabbit, di Robert Zemeckis (1988)

Di A.C. Dopo i successi al botteghino conseguiti con "All'inseguimento della pietra verde" e "Ritorno al futuro", Zemeckis riuscì finalmente a dare alla luce un progetto verso cui mostrò interesse già nel 1982, quando la Walt Disney Pictures acquistò i diritti del romanzo di Gary Wolf "Who censored Roger Rabbit?". Ma non mancarono i problemi... Continue Reading →

Philadelphia (1993), di Jonathan Demme

di Marzia Procopio Cosa sono mille avvocati incatenati al fondo dell'oceano? Un buon inizio (Andrew Beckett) Se il buon cinema è un mezzo narrativo che può incidere sul reale, e lo è, Philadelphia di Jonathan Demme ne è un esempio paradigmatico perché negli anni '90, alla sua uscita, diede un contributo molto importante alla comprensione... Continue Reading →

A qualcuno piace caldo (1959), di Billy Wilder

di Roberta Lamonica “Suona quella musica moderna, il jazz?” “Già…jazz caldo!” “Oh Beh… a qualcuno piace caldo, personalmente io preferisco il classico”. Una delle commedie più divertenti di sempre, deliziosamente irriverente e leggera come una pioggia primaverile, A qualcuno piace caldo (Someone like it hot), è un film del 1959 scritto, diretto e prodotto da... Continue Reading →

Nel Nome del Padre (1993), di Jim Sheridan

di Roberta Lamonica “Io voglio che sappiano che finché mio padre non sarà dichiarato innocente, finché tutte le persone coinvolte non saranno dichiarate innocenti [...], io continuerò a lottare! Nel nome di mio padre! Nel nome della libertà!” (Gerry Conlon) Locandina Nel Nome del Padre (In the Name of the Father) è un film del... Continue Reading →

Imprevisti digitali, di Benoît Delépine e Gustave Kervern (FR 2020)

di Andrea Lilli TRAILER - In sala dal 15 ottobre - Il riso è contagioso e non ha mai seppellito nessuno, anzi: se non una terapia, è un gran sollievo per ogni male, vecchio o nuovo. Siamo in una località indefinita di un'anonima periferia francese: potrebbe essere ovunque, più indefiniti e anonimi di così non... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: