Quello che non sai di me, di Rolando Colla (Svizzera/Italia 2019)

di Andrea Lilli TRAILER  Parlami di te. Parla con lei. Le parole che non ti ho detto. Le cose che non ti ho detto. (…) Quello che non sai di me. Titoli di film. Legati tra loro da un filo comune: la nostra vita dipende dai rapporti affettivi, e questi dipendono dal livello di comunicazione... Continue Reading →

‘La potenza sovversiva della diversità. Ah, Ligabue! Ah, umanità!’

di Marianna Lambiase Ho avuto la fortuna di vedere “Volevo nascondermi”, l’ultimo film di Giorgio Diritti, appena  premiato al Festival di Berlino 2020 con l’Orso d’Argento per il miglior attore (Elio Germano), il giorno prima che a Roma scattassero le misure restrittive per il Covid 19 e la chiusura dei cinema. Ne conservo un ricordo... Continue Reading →

‘In viaggio verso un sogno’ (The Peanut Butter Falcon), di Tyler Nilson e Michael Schwartz [USA 2019]

TRAILER di Andrea Lilli “In viaggio verso un sogno”. Scrivetelo sul modulo dell'autodichiarazione, per uscire dai confini di casa vostra. Dovete trovare un motivo plausibile? Usate questo, e le guardie vi lasceranno andare, dovranno farlo perché non ne esistono di migliori. Per una volta, la traduzione-tradimento di un titolo originale di film è azzeccata e... Continue Reading →

‘Buñuel nel labirinto delle tartarughe’, di Salvador Simó (Buñuel en el laberinto de las tortugas, Spagna 2018)

di Andrea Lilli TRAILER Omaggiare Buñuel riducendolo a personaggio di cartone animato, farne una caricatura protagonista di 80 minuti di tavole colorate che raccontano la personalità del più celebre maestro del cinema surrealista durante una fase cruciale della sua vita, è una scommessa difficile. Essendo anche una sfida alle convenzioni cinematografiche, lo stesso Buñuel l'avrebbe... Continue Reading →

‘Sola al mio matrimonio’ [Seule à mon mariage], di Marta Bergman (Belgio 2018)

https://www.youtube.com/watch?v=z5_Iqgh1JWU&feature=youtu.be di Andrea Lilli Propizio è avere ove recarsi (I Ching - Il Libro dei Mutamenti) Agente matrimoniale: “Non muoverti. Fammi un sorriso. Mostra i denti! Posa una mano sul fianco, come una modella. Molto bene.” Pamela: -“Io voglio un uomo… che faccia la doccia. Che sia pulito. Un francese.” Agente (ride): “Perché francese?” Pamela:... Continue Reading →

‘Doppio sospetto’, di Olivier Masset-Depasse: la duplice natura dell’amore di una madre

di Valentina Longo Quando si può dire che un film sia un omaggio a un genere? E quando si può dire che, nel creare detto omaggio, un regista abbia reso giustizia al suo predecessore e platonico mentore? Le risposte a queste domande non sono affatto ovvie, per quanto in molti abbiano tentato di fornirne almeno... Continue Reading →

L’HOTEL DEGLI AMORI SMARRITI (Chambre 212 – 2019) di Christophe Honorè

di Paola Salvati “Asdrubal! Mai sentito nome più erotico in tutta la mia carriera”. Ad affermarlo, dopo un’incontro col suo amante, è Maria (Chiara Mastroianni), insegnante universitaria di Diritto, sposata da ventanni con Richard, pianista in crisi. Anche a lui il nome ‘Asdrubal’ suona strano, ma per motivi diversi. E’ in questo momento che lui scopre l’infedeltà di sua moglie e che nasce una discussione:“Il tradimento fa parte... Continue Reading →

‘Arctic – un’avventura glaciale’, di Aaron Woodley (Arctic Dogs/Arctic Justice, Canada 2019)

https://youtu.be/cVvoVUmvhZo di Andrea Lilli “Il mio nome è Speedy, sono il prossimo SuperCane di consegne-lampo dell’Artico”. Così sappiamo subito quale sarà la morale/frase finale: “Bisogna essere onesti con sé stessi”. Ο' μύθος δηλοί, ότι se sei un volpino artico piccolo e magro non puoi sognare di diventare un husky, tantomeno il muscoloso Duke, fattorino campione... Continue Reading →

‘Alla mia piccola Sama’ [For Sama], di Waad al-Kateab (Siria/GB, 2019)

https://youtu.be/tpFQMMAVVZg di Andrea Lilli L'antichissima Aleppo era una città meravigliosa, prima della repressione scatenata da Bashar al-Assad contro la ribellione dei cittadini e degli studenti universitari, che nel 2012 si sollevarono denunciando il sistema corrotto e liberticida del presidente siriano e del suo partito Baath. La risposta di Assad fu una carneficina da parte dall'esercito,... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: