Nel corso del tempo, di Wim Wenders (Im Lauf der Zeit, RFT 1976)

di Andrea Lilli L'estate è la stagione migliore per girare in Germania. Girare per le strade, girare film. Nell'estate del 1975 Wim Wenders gira per centinaia di chilometri con un vecchio camion e una troupe ridotta all'essenziale lungo il confine tra le due Germanie, entra nei piccoli cinema ancora attivi, si concede in sidecar una... Continue Reading →

A 30 secondi dalla fine – Runaway Train, di Andrej Končalovskij (USA 1985)

di Andrea Lilli Se è vero che "il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni" [Fëdor Dostoevskij, Delitto e castigo], il grado di barbarie di una prigione si misura dal ghigno feroce del suo direttore, in questo caso Ranken (John P. Ryan), responsabile del carcere di massima sicurezza di Stonehaven, Alaska.... Continue Reading →

Daunbailò – Down by Law, di Jim Jarmusch (USA/1986)

di Andrea Lilli Jim Jarmusch conquista a 33 anni le platee internazionali grazie a questo suo terzo film, in bianco e nero come Stranger than Paradise (1984), ma assai più gradito per il tocco maturo con cui miscela azione, ironia, musica e fotografia. Una magia, girata con evidente partecipazione emotiva e numerose improvvisazioni dei tre... Continue Reading →

‘I Love Radio Rock’, di Richard Curtis (The Boat That Rocked / UK 2009)

di Andrea Lilli Esilarante e appassionato atto d'amore per il rock, per le radio libere, per gli anni '60 "dedicato a tutti coloro che hanno lavorato e trasmesso dalle radio pirata, in quegli anni meravigliosi, giorno e notte", ovvero All Day and All of the Night (hit storica dei Kinks). La storia del rock'n'roll nei... Continue Reading →

‘Uzak’ (Turchia/2002), di Nuri Bilge Ceylan

di Girolamo Di Noto Ci sono film che chiedono allo spettatore un azzardo o un'attesa: non sempre possono piacere al primo sguardo, richiedono tempo, pazienza e partecipazione. Uzak, Gran Premio alla Giuria a Cannes nel 2003, del regista Ceylan, appartiene a questa categoria: ostico, amaro al primo assaggio, col passare del tempo acquista un fascino... Continue Reading →

‘Lola corre’, di Tom Tykwer (Lola rennt / Germania 1998)

di Andrea Lilli La protagonista qui in realtà non è Lola (Franka Potente) bensì l'Ora, che corre, corre veloce verso mezzogiorno, e lancia frecce intorno, ogni secondo, ogni minuto. Lola la rincorre, l'insegue per le vie di Berlino cercando di schivare cani ringhiosi, genitori rabbiosi, poliziotti curiosi, pedoni, ciclisti, automobilisti pericolosi, camion e furgoni.  Sono... Continue Reading →

‘Paesaggio nella nebbia’ (Grecia/Francia/1988 ), di Theodoros Anghelopoulos

di Girolamo Di Noto Due bambini, il piccolo Alexander di cinque anni e la sorella undicenne Voula, si allontanano dalla propria casa, dove vivono con la madre, per raggiungere il presunto padre emigrato in Germania. Non hanno nulla, solo uno zainetto. Salgono sul treno ma ben presto vengono fatti scendere dal controllore. Decidono di continuare... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: