L’ultimo spettacolo, di Peter Bogdanovich (The Last Picture Show, USA 1971)

di A.C. Anni '50. In un piccolo paesino del Texas hanno luogo vicende di ciclica quotidianità tra le vicissitudini degli adolescenti del luogo e le frustrazioni delle generazioni precedenti, in una fase di transizione che di lì a poco avrebbe catapultato quegli stessi adolescenti nella realtà del mondo con lo scoppio della Guerra di Corea.Bogdanovich... Continue Reading →

Nitrato d’argento, di Marco Ferreri (Ita/Fra/Ung 1996)

di Bruno Ciccaglione I due giovani amanti, partigiani della resistenza francese, per nascondersi dai nazisti che li cercano, sono seduti nella galleria di un cinema affollatissimo. Pur di non essere catturati dalla Gestapo che irrompe brutalmente nella sala, i due giovani – assieme ad un compagno – decidono di saltare giù. Mentre rantolano tremanti sul... Continue Reading →

di Bruno Ciccaglione Come per molte altre istituzioni o attività che hanno dovuto subire la chiusura nel periodo di maggiore diffusione del Covid-19, anche per i cinema riaprire sarà molto più complicato di quanto sia stato chiudere. Il rispetto delle misure di sicurezza che consentono la ripresa infatti, comporta un significativo cambiamento del modello di... Continue Reading →

Per il Cinema

di Andrea Lilli “Ma che succede...? Ah, è il cinema!” Ridono tutti, in Nuovo Cinema Paradiso, quando il tipo in pigiama si sporge dal balcone del primo piano e si ritrova nel primo piano di un film di Totò. Ridono tutti: loro in piazza e noi a casa, non più e non ancora al cinema.... Continue Reading →

La mafia non è più quella di una volta, di Franco Maresco (IT 2019)

di Roberta Lamonica La mafia non è più quella di una volta è un film documentario del 2019 diretto da Franco Maresco, seguito di Belluscone - Una storia siciliana (2014). Distribuito da Istituto Luce Cinecittà. Vincitore del Premio Speciale della giuria a Venezia 76, il film ‘cinico’ di Maresco è un film necessario. In un... Continue Reading →

Il figlio dell’altra, di Lorraine Lévy (Le fils de l’autre, FR 2012)

di Luca Iuorio Le assurdità e le contraddizioni del conflitto arabo-israeliano e le loro conseguenze sulla gente comune sono state raccontate con dovizia di particolari da registi appartenenti all’uno o all’altro ordine. Qualche esempio: in Free Zone (2005) l’israeliano Amos Gitai ha rivelato l’esistenza di una zona franca ad est della Giordania, dove persone provenienti... Continue Reading →

A 30 secondi dalla fine – Runaway Train, di Andrej Končalovskij (USA 1985)

di Andrea Lilli Se è vero che "il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni" [Fëdor Dostoevskij, Delitto e castigo], il grado di barbarie di una prigione si misura dal ghigno feroce del suo direttore, in questo caso Ranken (John P. Ryan), responsabile del carcere di massima sicurezza di Stonehaven, Alaska.... Continue Reading →

L’amante, di Claude Sautet (Les Choses de la vie, FR 1970)

di Laura Pozzi Omaggio a Michel Piccoli (27/12/1925 - 12/05/2020) Un incidente stradale, un'auto in fiamme, un uomo tra la vita e la morte, una lettera d’addio da recapitare... O forse no. E nel mezzo, le cose della vita (titolo originale della pellicola) rivissute dall’ennesimo e ruvido “cuore in inverno” filmato dal grande Claude Sautet... Continue Reading →

“Federico Fellini, realista visionario”: da stasera su Rai Movie

di Paola Salvati Parte su Rai Movie un ciclo di film del grande regista, omaggio doveroso della tv pubblica italiana, in occasione del centenario della nascita di un genio induscusso del nostro cinema. Si inaugurerà oggi in prima serata con ‘La dolce vita‘, film che proprio il 20 maggio di sessant’anni fa vinse la Palma… Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: