Departures, di Yojiro Takita (2008)

Per vedere ciò che è nei simboli naturali o nella musica, occorre fermarsi, affrontare con coraggio l’esistenza in una dimensione assoluta, accettarne i misteri, confidare nell’uguaglianza che quei misteri sentenziano irrevocabilmente per tutti gli esseri umani.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: