Libri: DIALOGHI BRASILIANI CON FELLINI (2020)

La copertina del libro
  • Diálogos com FelliniIl Centenario della nascita di Federico Fellini alla UFBA, Università Federale di Bahia, Brasile

di Andrea Lilli

Un regista italiano. Il primo nome che ti viene in mente?

La risposta è scontata. È un dato di fatto che Federico Fellini (Rimini, 20 gennaio 1920 – Roma, 31 ottobre 1993) sia considerato ovunque nel mondo come il regista più rappresentativo della nostra cinematografia. Basti pensare all’uso comune che viene fatto, anche all’estero, di espressioni come la dolce vita o vitelloni, adottate tal quali in ogni lingua, intraducibili in quanto peculiari di un’epoca e di una geografia precise: quelle dell’Italia negli anni ’50 e ’60.

In Brasile, dove vivono circa 30 milioni di discendenti di immigrati italiani (il 15% della popolazione), il centenario della nascita di Fellini è stato celebrato con particolare attenzione presso l’Università Federale dello Stato di Bahia (UFBA), con sede nella capitale Salvador. Questa prestigiosa Università, pubblica e inclusiva, ha voluto rendere omaggio al regista italiano più popolare con la tempestiva edizione di un volume dal titolo Diálogos com Fellini.
Si tratta di una raccolta di contributi critici in oltre 200 pagine curata da Cássia Lopes e Paulo Henrique Alcântara, docenti del corso di specializzazione in Artes Cênicas (Arti dello Spettacolo), e pubblicata da Edufba, attivissima casa editrice della stessa Università.

L’idea di realizzare il volume ha avuto origine in seno al Gruppo di ricerca Dramatis, coordinato da Cleise Mendes, che ha coinvolto undici professori e ricercatori in un approfondimento collettivo della poetica cinematografica felliniana. Ne è derivato un prezioso collage di riflessioni multidisciplinari su alcuni film del regista riminese, tappe fondamentali del ricco percorso del suo “cinema fatto di incantesimi, fantasie, ricordi e metalinguaggi” (dalla prefazione di Cássia Lopes e Paulo Henrique Alcântara). Oltre agli articoli dei due curatori, il libro comprende testi di Mario Fernando Bolognesi, Raimundo Matos de Leão, Midian Angélica Monteiro Garcia, Sandro Ornellas, Mauro Porru, Antonella Rita Roscilli, João Sanches, Euclides Santos Mendes e Gil Vicente Tavares.

La casa editrice di Salvador de Bahia ha lanciato Diálogos com Fellini durante la 26a edizione del Festival dei libri e degli autori UFBA tramite una conferenza (visibile su YouTube) coordinata da Flavia Goulart Rosa, direttrice di Edufba, con la partecipazione di Cássia Lopes e Paulo Henrique Alcântara insieme ai due autori italiani Mauro Porru e Antonella Rita Roscilli.
Cássia Lopes, illustrando il suo saggio O que resta de Cabíria? (Cosa resta di Cabiria?) ha ripercorso le gesta della protagonista del film Le notti di Cabiria accompagnandola nelle sue avventure, tra inganni e delusioni amorose. Paulo Alcântara ha parlato di Guido e as imagens delirantes: memórias, sonhos e criação no filme Oito e meio (Guido e le immagini deliranti: memorie, sogni e creazione nel film Otto e mezzo).
Mauro Porru è intervenuto su Amarcord: mágicas lembranças de um grande mentiroso (Amarcord: magici ricordi di un grande bugiardo) con vari spunti di analisi.
Antonella Rita Roscilli ha presentato il suo contributo O filme La Strada de Federico Fellini: do Neorrealismo ao Realismo visionário (Il film La Strada di Federico Fellini: dal neorealismo al realismo visionario), in cui spiega l’intreccio tra dimensione poetica e rappresentazione realista. Inoltre, ha raccontato ai numerosi studiosi e studenti UFBA collegati la vita di Fellini, a partire dalla sua Rimini fino a Cinecittà. Si è poi soffermata sulle maggiori iniziative dedicate al regista in Italia, come quelle di Roma, Milano, Torino: in particolare, la mostra tenuta a Palazzo Sismondi di Rimini dal titolo “Fellini 100 – Genio Immortale”, a cura di Marco Bertozzi e Anna Villari.

Molto interessanti anche gli altri saggi raccolti nel libro, come Casanova e la fantasia artificiale di Gil Vicente Tavares, docente della storica Scuola di Teatro della UFBA e famoso drammaturgo baiano, così come La morte del pagliaccio: I clowns di Mario Fernando Bolognesi, professore visitante UFBA e collaboratore della UNESP (Università Statale di San Paolo). Il tutto corredato da fotografie sulla vita e i film di Fellini, e dai manifesti delle principali esposizioni italiane.

La pubblicazione del volume Diálogos com Fellini della UFBA dimostra ancora una volta la vocazione internazionale di questa importante Università pubblica brasiliana. Ci auguriamo che giunga presto la traduzione italiana.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: