Yorgos Lanthimos in un’interpretazione molto personale del ‘period drama’ nel suo ultimo bellissimo film, ‘La Favorita’.

“Here thou, great Anna! whom three realms obey, Dost sometimes counsel take - and sometimes tea.” Alexander Pope, "The Rape of the Lock” (1712) Yorgos Lanthimos (The killing of a sacred deer, Dogtooth, The Lobster, Alpes) deve aver letto il poema eroicomico tagliente e sferzante di Pope in cui Il narratore, in disparte, osserva quanto … Continua a leggere Yorgos Lanthimos in un’interpretazione molto personale del ‘period drama’ nel suo ultimo bellissimo film, ‘La Favorita’.

Quel cielo livido della periferia italiana senza nome

Dogman (2018) di Matteo Garrone, con Marcello Fonte ed Edoardo Pesce. Marcello torna a casa, l’unica che riconosca come tale, il negozio di toelettatura per cani che ha sempre gestito con amore e dedizione assoluti. Le spalle curve, il volto emaciato, livido come il cielo e come il cemento che definisce il suo mondo, lo … Continua a leggere Quel cielo livido della periferia italiana senza nome