Nato a Casal di Principe: un piccolo film con un cuore enorme.

Amedeo Letizia é noto al grande pubblico sopratutto per il ruolo di Gigi in una fortunata serie tv dei primi anni ‘90, I ragazzi del Muretto, che ha lanciato attrici importanti per il cinema italiano come Cecilia Dazzi e Francesca Antonelli. Amedeo Letizia aveva quello sguardo sornione, quell’aspetto rassicurante da bravo ragazzo, da ‘figlio di famiglia’ che lo rendeva simpatico, accessibile… vicino. Eppure Amedeo nascondeva un segreto, un dolore indicibile e assoluto che solo da quell’espressione perennemente malinconica poteva forse essere intuito.

Suo fratello Paolo era scomparso senza lasciare traccia di sé nel 1989, vittima dei Casalesi, di quella camorra che spazzava via ogni possibile ostacolo senza lasciare nulla dietro di sé se non dolore e disperazione.

Ha scritto un libro Amedeo con la giornalista di Repubblica Paola Zanuttini, Nato a Casal di Principe, un omaggio a quel fratello mai dimenticato e sulla cui tomba non potrà mai piangere.

Bruno Oliviero ne ha fatto un film, ‘un film piccolo’ nelle parole dello stesso regista, in cui alla spettacolarità si è preferita la linearità di una regia semplice, lineare che con rispetto entra nel dolore intimo e indicibile di una famiglia perbene, una di quelle famiglie che, con sacrificio e coraggio restarono a Casal di Principe nonostante i più di 800 morti invisibili in meno di due anni.

La camorra in questo film è sbirciata attraverso le fessure nelle porte di casolari abbandonati, attraverso i canneti che proteggono le rimesse di pesca sul fiume, attraverso piccole prepotenze non manifeste. Eppure permea tutto il film, tutta la vita di un paese che ‘sa e tace dietro le finestre chiuse’.

Un cast di attori giovani tutti bravissimi, su cui spiccano per intensità Alessio Lapice e Massimiliano Gallo ma anche Donatella Finocchiaro, Lucia Sardo e Antonio Pennarella e Paolo Marco Caterino. Un piccolo film con un cuore grande. Da vedere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: