‘Turner’ (Mike Leigh, 2014)


di A. C.

Una delle ultime fatiche del regista britannico Mike Leigh, il quale “dipinge” su pellicola la figura del noto pittore inglese William Turner, illustre paesaggista ottocentesco, precursore dell’Impressionismo e soprannominato “il pittore della luce”.
Il film tratta gli ultimi 25 anni di vita dell’artista, tracciando principalmente gli eventi salienti della sua vita privata, i tratti controversi della sua persona, la sua filosofia e il suo declino artistico.


L’operazione di Leigh, dietro una messa in scena di rara finezza estetica, cela diverse sfumature di carattere umano e psicologico perfettamente calzanti con il personaggio uomo e artista di Turner. Una persona, questi, “scissa” interiormente e che a un perfezionismo maniacale nella sua arte (al punto di farsi legare sull’albero di una nave in tempesta per poter assistere in prima fila allo spettacolo della Natura) contrapponeva una quasi totale misantropia nei rapporti umani, inducendolo ad una sorta di apatia anche in quelli di carattere affettivo.


Il cinema di Mike Leigh si è sempre posto come lucido osservatore delle quotidianità della middle class britannica, di cui ne restituiva le vite con semplice realismo e toni dimessi nella narrazione. Stile che ripropone anche nella sua personificazione di William Turner, a cui rende omaggio con la stessa cura estetica di cui fu esponente, grazie anche ad un sublime lavoro di fotografia del sodale Dick Pope che regala all’occhio fotogrammi paesaggistici dal forte impatto visivo, che richiamano il perfezionismo estetico di “Barry Lyndon”.


La cura nei dettagli si avverte anche in una narrazione asciutta e dal ritmo sostenuto, che cerca di mettere meticolosamente in risalto ogni singolo momento della quotidianità del suo protagonista, a cui pensa un sontuoso Timothy Spall a dare corpo e anima, con una performance misurata, intensa e vitale.
Una parabola poetica sul rapporto tra l’essere umano e l’arte, e allo stesso tempo sulla prospettiva dell’artista nei confronti del mondo umano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: