Ancora su ‘Sorry we missed you’: la famiglia ai tempi del post capitalismo.

di Marzia Procopio C’è una famiglia bellissima, in “Sorry We Missed You”, di quelle che i genitori non litigano mai, i figli non vengono mai sgridati né messi in punizione ma solo invitati a riflettere, e se succede è perché c’è una pressione insostenibile. Due genitori che lavorano tantissimo, lei si occupa di anziani da... Continue Reading →

‘Kes’ (1969), di K. Loach, con D. Bradley.

di A. C. e R. Lamonica Da un romanzo di Barry Hines, Ken Loach firma questo autentico capolavoro, in cui iniziano già a prendere forma il suo linguaggio asciutto e lineare e il filo rosso tematico sulle vite delle classi popolari. ‘Kes’ ha per protagonista Casper, un ragazzino di dodici anni abbandonato dal padre, trascurato... Continue Reading →

Auguri Ken! – Il regista socialista del neorealismo britannico

di Mauro Valentini Una vita dedicata alla narrazione delle tante, troppe storie di ingiustizia sociale e sempre con uno sguardo obiettivo. Una macchina da presa che scruta l’anima dei suoi protagonisti e ne restituisce più che le azioni le paure, le speranze e l’orgoglio degli ultimi della società. Questo è stato ed è Ken Loach, regista britannico che... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: