Sotto accusa, di Jonathan Kaplan (The Accused Usa/1988)

di Laura Pozzi Fra i ritorni eccellenti (Leos Carax, Nanni Moretti, Spike Lee) previsti sulla Croisette del festival di Cannes, che quest’anno dopo il black out pandemico di dodici mesi fa, si terrà nell’inedita versione estiva dal 6 al 17 luglio, quello di Jodie Foster si colloca tra i più attesi e significativi. Quarantacinque anni... Continue Reading →

The Father, di Florian Zeller (2020)

Di A.C. Esordio alla regia cinematografica del francese Florian Zeller, autore di lungo corso attivo nella produzione letteraria e teatrale. Ed è proprio da una sua pièce teatrale del 2012, Le Père, che ne ha tratto l'adattamento cinematografico in questione, il secondo dopo quello di Philippe Le Guay, discendente dal medesimo soggetto e intitolato Florida.Anthony... Continue Reading →

Green Book, di Peter Farrelly (USA 2018)

di Andrea Lilli - Nel secolo scorso c'erano libri tristi di cui un mondo migliore avrebbe fatto volentieri a meno. Ci sono ora film pregevoli basati su quei libri, come per un provvidenziale meccanismo di compensazione. Oggi 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro, ricordiamo una pubblicazione che purtroppo ebbe molto successo, scritta nel 1936 da... Continue Reading →

Il laureato, di Mike Nichols (The Graduate, USA 1967)

di Andrea Lilli - Nel 1967 alcuni eventi sismici scuotono gli Stati Uniti del Cinema, e insieme ad altre fibrillazioni più marginali ma di lungo effetto (l’uscita del LP The Velvet Underground & Nico, la distribuzione di SCUM Manifesto di Valerie Solanas, per restare solo in ambiente Warhol's Factory) annunciano il terremoto culturale del ’68-’69. Limitandoci al... Continue Reading →

Qualcuno volò sul nido del cuculo, di Miloš Forman (1975)

di Andrea Lilli - Il nido del cuculo ('manicomio', in gergo USA) continua a ricevere visite e a schiudere nuove uova, a sessant'anni dalla sua comparsa nella letteratura americana: nello scorso settembre Netflix ha trasmesso la prima stagione della miniserie di successo Ratched, con protagonista la sadica infermiera del celebre romanzo di Ken Kesey, reso... Continue Reading →

Corpus Christi, di Jan Komasa (2019)

di Antonio Sofia Corpus Christi del polacco Jan Komasa è tutto negli occhi di Bartosz Bielenia: uno sguardo che non dice, non spiega, ma coagula il pathos del giovane Daniel, protagonista di questo apprezzato film del 2019 (candidatura all’Oscar come miglior film straniero e premio Edipo Re per l’inclusione). Lo seguiremo mentre si agita, si... Continue Reading →

Manchester by the Sea, di Kenneth Lonergan (USA/2016)

di Laura Pozzi Sopravvivere all’inferno, elevarsi al di sopra di roventi e ingovernabili lingue di fuoco che di colpo senza preavviso inceneriscono l’anima e la mandano in fumo. Macerie esistenziali sedimentano nel profondo, incidendo il tormentato destino di un uomo dilaniato da una ferita impossibile da sanare, figlia di un feroce passato. Uno scenario forte,... Continue Reading →

Toro scatenato, di Martin Scorsese (Raging Bull, Usa 1980)

di Laura Pozzi Il 20 settembre scorso si è spento all’età di 84 anni Michael Chapman, storico e visionario direttore della fotografia, noto soprattutto per la proficua collaborazione con Martin Scorsese, che sul finire degli anni settanta/inizio ottanta, diedero vita a due gigantesche “creature” cinematografiche entrate di diritto nella storia del cinema: Taxi Driver e... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: