Donne con le gonne, di Francesco Nuti (1991)

di Laura Pozzi Sesto lungometraggio diretto e interpretato da Francesco Nuti, Donne con le gonne esce nelle sale italiane il 20 dicembre 1991. Campione d’incassi al box office, il film incassa la bellezza di 24 miliardi di lire posizionandosi al terzo posto nella classifica finale della stagione cinematografica 1991/92 preceduto da Robin Hood principe dei... Continue Reading →

Caruso Pascoski (di padre polacco), di Francesco Nuti (1988)

di Laura Pozzi Il 22 dicembre 1988 usciva nelle sale italiane Caruso Pascoski (di padre polacco), quarta regia di Francesco Nuti dopo le convincenti prove di Tutta colpa del Paradiso e Stregati interpretati in coppia con Ornella Muti. Il film, (come spesso accadrà al comico toscano) nonostante una critica spocchiosa e intransigente si rivelerà un... Continue Reading →

I 90 anni contro di Francesco “Citto” Maselli

di Laura Pozzi Un uomo del Novecento, un compagno, un “giovane arrabbiato” del nostro cinema compie oggi 90 anni. Francesco, ma per tutti Citto (battezzato così dallo zio Luigi Pirandello) Maselli ha attraversato con fierezza e determinazione da vero combattente la complessità e le tensioni socio culturali del secolo scorso, tratteggiando con la sua opera... Continue Reading →

La tragedia di un uomo ridicolo, di Bernardo Bertolucci (1981)

di Laura Pozzi La tragedia di un uomo ridicolo, decima pellicola realizzata da Bernardo Bertolucci dopo gli scandali parigini di Ultimo tango a Parigi e il lirismo melodrammatico di Novecento (senza dimenticare il sottovalutato La Luna), consacra a livello internazionale la carriera artistica di Ugo Tognazzi, attore troppo spesso dimenticato di cui ricorre oggi il... Continue Reading →

La grande bellezza

di Marzia Procopio «A questa domanda, da ragazzi, i miei amici davano sempre la stessa risposta: “La fessa”. Io, invece, rispondevo: “L'odore delle case dei vecchi”. La domanda era: “Che cosa ti piace di più veramente nella vita?”. Ero destinato alla sensibilità. Ero destinato a diventare uno scrittore. Ero destinato a diventare Jep Gambardella.». Così... Continue Reading →

‘L’avventura’ (1960), di Michelangelo Antonioni. Un’analisi.

di Roberta Lamonica Alain Resnais ebbe a dire di Antonioni che era un ipnotizzatore geniale e che gli aveva comunicato la passione e l'ossessione per l'immagine, che 'componeva' con una cura straordinaria. Federico Fellini era legato da amicizia e stima sincere nei confronti di Antonioni, cui riconosceva grande coerenza di visione ed eccelso spirito innovativo... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: