Pensavo fosse amore… invece era un calesse, di Massimo Troisi (1991)

di Federico Bardanzellu - Francesca Neri, Massimo Troisi - Pensavo fosse amore… invece era un calesse è stato il quinto ed ultimo lungometraggio diretto formalmente dal comico napoletano. Lo hanno preceduto Ricomincio da tre, Scusate il ritardo, Non ci resta che piangere e Le vie del Signore sono finite. Ad essi si aggiunge il mediometraggio... Continue Reading →

Sotto accusa, di Jonathan Kaplan (The Accused Usa/1988)

di Laura Pozzi Fra i ritorni eccellenti (Leos Carax, Nanni Moretti, Spike Lee) previsti sulla Croisette del festival di Cannes, che quest’anno dopo il black out pandemico di dodici mesi fa, si terrà nell’inedita versione estiva dal 6 al 17 luglio, quello di Jodie Foster si colloca tra i più attesi e significativi. Quarantacinque anni... Continue Reading →

Il mio piede sinistro, di Jim Sheridan (IRL 1989)

di Andrea Lilli - La pittura non è fatta per decorare gli appartamenti. È uno strumento di guerra offensiva e difensiva contro il nemico. Pablo Picasso Christy Brown (1932-1981) è stato un pittore, poeta, scrittore, nato con una paralisi cerebrale in una famiglia operaia della periferia di Dublino, nono di tredici fratelli in vita (altri... Continue Reading →

Zorro, di Duccio Tessari (1975)

di Andrea Lilli - Esistono ben pochi eroi dal cuore romantico e dal carattere amabile. Diciamoci la verità: non c'è nessuno come Zorro. Isabel Allende, Zorro. L'inizio della leggenda Zorro in spagnolo significa volpe. Animale scaltro, veloce, abile, predatore che si nasconde di giorno e colpisce di notte, improvviso, inafferrabile. Così fa Zorro nella California... Continue Reading →

Green Book, di Peter Farrelly (USA 2018)

di Andrea Lilli - Nel secolo scorso c'erano libri tristi di cui un mondo migliore avrebbe fatto volentieri a meno. Ci sono ora film pregevoli basati su quei libri, come per un provvidenziale meccanismo di compensazione. Oggi 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro, ricordiamo una pubblicazione che purtroppo ebbe molto successo, scritta nel 1936 da... Continue Reading →

Il padre di famiglia, di Nanni Loy (1967)

di Girolamo Di Noto Il padre di famiglia appartiene ad un'epoca d'oro del cinema italiano, quando registi del calibro di Monicelli, Scola, De Sica rappresentavano il nostro paese con grande realismo, ironia e profondità. Il film di Nanni Loy rientra di diritto nel gruppo di coloro che partono da un'analisi attenta della realtà perché rimane... Continue Reading →

Pane e cioccolata, di Franco Brusati (1974)

di Andrea Lilli - Questo è il felice incontro sul set tra Nino Manfredi (Castro dei Volsci 1921) e Franco Brusati (Milano 1922), due caratteri che, a parte l’età e una laurea in Legge inutile per entrambi, avevano in comune davvero poco. Di radici contadine il primo, di estrazione alto-borghese il secondo, a cinquant’anni trovano... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: