‘I duellanti’ (1977)

di A.C.

L’esordio sul grande schermo di Ridley Scott è l’avvincente trasposizione storica di una feroce rivalità tra due ufficiali francesi dell’esercito napoleonico, coinvolti in una serie infinita di duelli all’ultimo sangue, sempre sospesi e mai terminati per via di obblighi vincolanti dettati dal codice cavalleresco.

Le schermaglie dei due protagonisti (gli ottimi Keith Carradine e Harvey Keitel) si intrecciano nel corso degli anni, intaccando i momenti salienti dell’impero di Napoleone: la sua ascesa, le varie campagne belliche della “Grande Armée”, il primo esilio sull’isola d’Elba e la definitiva sconfitta a Waterloo.

Ispirato al racconto ‘Il duello’, di J. Conrad, Scott ricostruisce con grande abilità le ambientazioni ottocentesche tramite un messa in scena curatissima in ogni dettaglio e inquadrature dal forte impatto visivo che richiamano non poco la perfezione estetica di Barry Lyndon e anche l’intento moralizzante.

Ma Scott sviscera meticolosamente i suoi personaggi e il loro insanabile dualismo, apparentemente originato da futili divergenze, ma che in realtà cela una ragione molto più profonda e radicata. Perché i due duellanti rappresentano due diverse vedute del bonapartismo: quello di Feraud (Keitel), idealista e reazionario, e quello di D’Hubert (Carradine), realista e progressista.

Il continuo incalzare dei duelli nel corso degli anni ha un valore prettamente simbolico: la lotta di classe, la lotta contro il tempo, la lotta di chi non vuole abbandonare i propri principi contro chi è più favorevole ad adattarsi a dei nuovi. Come simbolico e bellissimo è il finale con questa figura napoleonica -citazione di C. D. Friedrich e del suo “Viandante sul mare di nebbia”- che si erge fiera e consapevole sulla infinita limitatezza del genere umano.

Tra le opere più virtuose del regista britannico e una delle più significative del suo primo brillante periodo cinematografico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: