‘In nome del popolo italiano’ (Dino Risi, 1971)

di A. C.

“Io dei cittadini me ne infischio, perché ogni cittadino aspira a diventare industriale e avvelenatore del prossimo. Ma voialtri magistrati non l’avete ancora capito che questo popolo italiano nel nome del quale sentenziate non merita un cacchio? “

Un inflessibile magistrato (Tognazzi), indignato dalla corruzione dilagante all’interno delle istituzioni, si trova a indagare sulla morte di una giovane ragazza, legata in modo non del tutto chiaro ad un losco imprenditore (Gassman). L’indagine metterà a nudo le nefandezze di un’imprenditoria selvaggia ma anche le grosse crepe (reali e metaforiche) di un sistema giudiziario tutt’altro che inattaccabile.

Sullo sfondo di un giallo giudiziario, Dino Risi offre una lucidissima disamina socio-politica del Belpaese in uno dei suoi film più cinici e sconfortanti e dall’impressionante potere premonitore.

Uno spaccato attualissimo di un’Italia senza principi, il cui popolo si infiamma per una partita della Nazionale di calcio ma non per un paese marcio e senza modelli di riferimento nel proprio assetto istituzionale.

L’operazione di Risi gioca abilmente sulle sfumature, non sfiorando mai il manicheismo ma tracciando un conflitto ideologico tra i due protagonisti i cui contorni, però, sfumano sempre più gradualmente fino a perdersi in una zona d’ombra in cui non è più possibile distinguere bene e male. Come lascia dedurre quella sequenza finale di rara potenza, forse tra le migliori che il cinema italiano abbia offerto.

Un risultato permesso anche da una sceneggiatura solidissima firmata Age & Scarpelli (la cui penna oggi manca tantissimo) e da una delle migliori prove del collaudato duetto Tognazzi-Gassman, il primo mai così misurato e il secondo perfettamente bilanciato nel suo istrionismo.

Tra i picchi più alti della filmografia di Dino Risi e prodotto emblematico di un periodo in cui la Commedia all’italiana stava virando sempre di più verso un registro interamente drammatico e offrendo scenari sempre più cupi e lividi.

Una risposta a "‘In nome del popolo italiano’ (Dino Risi, 1971)"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: