Tenebre (1982) – il ritorno alla luce

di Fabrizio Spurio Dopo il dittico stregonesco/alchemico di “Suspiria” e “Inferno” Argento spiazza tutti portando sugli schermi un giallo radicalmente diverso dalle due pellicole precedenti. “Tenebre”, in antitesi con il titolo, è un film estremamente luminoso, sia in interni che in esterni. C’è un ripudio, uno scarto palese dai film precedenti. All’inizio del film il... Continue Reading →

Scendendo con Argento all’ ‘Inferno’

di Fabrizio Spurio Nel 1980 arriva nelle sale ‘Inferno’. È probabilmente l'apice del cinema di Dario Argento. Siamo nel sogno totale, o meglio, nel delirio. Se già in Suspiria la sceneggiatura era divisa in mini film, qui ci troviamo in una vera e propria concatenazione di situazioni quasi indipendenti. Il film è cupo, notturno e... Continue Reading →

La danza delle streghe

di Fabrizio Spurio Nel 1977 esce nei cinema italiani il nuovo lavoro di Dario Argento. “Suspiria” è il titolo che segna un cambiamento totale nello stile del regista, cambiamento che era già in embrione nel precedente “Profondo rosso”. Con “Suspiria” Argento decide di gettarsi nel cinema totale. Non c'è più una trama da seguire, una... Continue Reading →

Chucky torna a giocare: La bambola assassina

di Fabrizio Spurio La pellicola diretta da Lars Klevberg è un reboot del film omonimo uscito nel 1988 per la regia di Tom Holland. La vicenda racconta di Karen (Aubrey Plaza), giovane donna abbandonata dal marito, che un giorno decide di regalare al figlio quindicenne il bambolotto ipertecnologico Buddy, da lui soprannominato Chucky. In realtà... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑