Amico mio: un ritratto di Ugo Tognazzi nel centenario della nascita

Il 23 marzo di cento anni fa nasceva Ugo Tognazzi. Figlio di quel 1922 che ci ha regalato anche Gassman, Adolfo Celi, Pasolini e Carlo Lizzani, di Tognazzi ci mancano lo sguardo beffardo, l'aria spavalda, la lucidità malinconica e senza sconti di chi ha sempre avuta chiara la fragilità e la debolezza del suo essere solo un uomo: «Nei miei personaggi non c’è un reale pentimento ma c’è la desolazione, la disperazione in certi casi, e comunque un rimanere attonito di fronte alla manifestazione dei propri difetti.»

Truman Capote – A sangue freddo (Capote), di Bennett Miller (2005)

di Bruno Ciccaglione “L'artista deve essere nella sua opera come Dio nella creazione, invisibile e onnipotente, sì che lo si senta ovunque, ma non lo si veda mai”Gustave Flaubert Nel mettere in scena il processo creativo di un artista che sta realizzando il suo capolavoro, Capote realizza una sorta di “backstage” del romanzo A sangue... Continue Reading →

Altri novanta di questi giorni, Monica!

di Federico Bardanzellu. Compie novant’anni Monica Vitti, nata a Roma esattamente il 3 novembre 1931 e registrata all’anagrafe come Maria Luisa Ceciarelli. È stata sicuramente una delle grandi “dive” del cinema italiano. Lo è stata pur non essendo strepitosamente sexy come Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Claudia Cardinale e Silvana Mangano. Non le è mai mancata... Continue Reading →

Paolo Conte – Via con me, di Giorgio Verdelli (2020)

di Bruno Ciccaglione Il film di Giorgio Verdelli è insieme un tributo e una celebrazione, di una delle figure più grandi della cultura popolare italiana a cavallo tra ventesimo e ventunesimo secolo. La viva voce dell’avvocato cantautore di Asti che si racconta oggi, assieme ai numerosi filmati di repertorio che ne ripercorrono la carriera e... Continue Reading →

L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo, di Jay Roach (2015)

di Simone Lorenzati "Gli unici che rispondono ad una domanda con un si' o un no, sono solamente gli schiavi o gli stupidi".Dalton Trumbo La Black List rappresenta una delle pagine più controverse nella storia di Hollywood. E L’ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo, film di Jay Roach del 2015, la fa... Continue Reading →

Napoleone, di Abel Gance (Napoléon vu par Abel Gance, 1927)

di Federico Bardanzellu Girato in modo da essere ammirato su tre schermi contemporaneamente, il Napoléon di Abel Gance fu ”il canto del cigno” del cinema muto. Nel duecentesimo anniversario della morte di Napoleone Bonaparte, non si può evitare di ricordare la più famosa pellicola dedicata all’imperatore francese, il Napoléon di Abel Gance, del 1927. Fu... Continue Reading →

Il mio piede sinistro, di Jim Sheridan (IRL 1989)

di Andrea Lilli - La pittura non è fatta per decorare gli appartamenti. È uno strumento di guerra offensiva e difensiva contro il nemico. Pablo Picasso Christy Brown (1932-1981) è stato un pittore, poeta, scrittore, nato con una paralisi cerebrale in una famiglia operaia della periferia di Dublino, nono di tredici fratelli in vita (altri... Continue Reading →

Miles Davis: Birth of the cool, di Stanley Nelson (2019)

Miles Davis è morto nel 1991: ricordo le notizie al telegiornale, poco più delle immagini bizzarre che ne restituivano lo stile estremo a partire dalla fine degli anni ‘60, da Bitches Brew in avanti. Ventotto anni dopo, nel 2019, Stanley Nelson, documentarista dal ricchissimo curriculum, presenta al pubblico un’opera dedicata a presentare “l’uomo oltre la leggenda”. Sì, che secondo il regista troppo a lungo si era indugiato nel ridurre il percorso di Miles Davis alla sua vocazione autodistruttiva, collocandolo nell’empireo dei “geni drogati”, dove chi ha imboccato strade mai percorse prima è neutralizzato, ridotto a icona, allontanato in via definitiva.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: