Claudio Cirillo, profumo di cinema

di Marzia Procopio   Direttore della fotografia di C’eravamo tanto amati, Riusciranno i nostri eroi, Profumo di donna e tantissimi altri film, operatore con De Sica, Totò, Gino Cervi, Comencini, Claudio Cirillo, classe 1926, ha tante storie da raccontare sul cinema italiano; quello che ha conosciuto, da protagonista, dal 1951 al 2000. Molto presto, su... Continue Reading →

Alberto Sordi: storia di una voce

di Paola Salvati Alle volte le fortune nascono da un fallimento. Essere espulso dall'Accademia dei Filodrammatici per una cadenza dialettale troppo marcata, non adatta alla recitazione, può essere la spinta per fare proprio di quell'accento romanesco il proprio segno distintivo vincente. Doppiaggio Fu così che un giovane diciassettenne non si arrese e si ritrovò in... Continue Reading →

Il commissario, di Luigi Comencini (1962)

di Laura Pozzi È curioso e particolarmente entusiasmante notare come la grandezza di Alberto Sordi si celi spesso nel sottobosco segreto di opere considerate approssimativamente minori. È il caso de Il commissario, film che suggella per la terza volta (dopo La bella di Roma e Tutti a casa) l’interessante sodalizio artistico dell’attore romano con Luigi... Continue Reading →

Io so che tu sai che io so, di Alberto Sordi (1982)

di Valentina Longo Io so che tu sai che io so (1982): dalla regia di Alberto Sordi, una commedia sulla realtà familiare del medio borghese romano, carica di ironia ma non priva di profonde riflessioni che, tutt’oggi, risultano particolarmente attuali. Protagonisti della storia sono Fabio e Livia Bonetti, rispettivamente interpretati da Alberto Sordi e Monica... Continue Reading →

La più bella serata della mia vita, di Ettore Scola (1972)

di Greta Boschetto La più bella serata della mia vita è un film del 1972 diretto da Ettore Scola e interpretato da Alberto Sordi, con Michel Simon, Janet Agren, Charles Vanel, Claude Dauphin, Pierre Brasseur e Giuseppe Maffioli. Il film è liberamente tratto dal romanzo “La panne. Una storia ancora possibile” di Friedrich Dürrenmatt, da... Continue Reading →

Un americano a Roma, di Steno (Italia, 1954)

di Bruno Ciccaglione Il protagonista è in un letto di ospedale, il corpo ricoperto di fasciature dalla testa ai piedi. Con lo sguardo malizioso si rivolge complice direttamente allo spettatore, cui svela, a dispetto del trattamento subito, di essere lo stesso che abbiamo visto per tutto il film. Sembra il finale di Arancia meccanica di... Continue Reading →

Detenuto in attesa di giudizio, di Nanni Loy (1971)

di Roberta Lamonica “Calmo devi stare, calmo. Sempre calmo. Ogni umiliazione la devi sopportare senza ribellarti; ogni ingiustizia senza protestare mai. Calmo, ti dico, sempre calmo. Perché geometra, voi che siete una persona istruita, ricordatevelo sempre: basta una girata di testa, una sola vi dico, perché voi dal carcere non ce la fate a uscire... Continue Reading →

Ce lo meritiamo, Alberto Sordi?

di Marzia Procopio Protagonista, con Gassman, Tognazzi, Manfredi, Monica Vitti, Sophia Loren, Vittorio De Sica e tantissimi altri, dell’irripetibile stagione della “commedia all’italiana”, interprete attento di personaggi molto diversi gli uni dagli altri, spesso anche co-autore di soggetto e sceneggiatura dei centottantasette film da lui interpretati e dei diciannove diretti, interprete di duetti con Mario... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: