‘The Farewell – Una bugia buona’, di Lulu Wang (USA/Cina, 2019)

http://www.bimfilm.com/upload/trailer/THE_FAREWELL_trl__web_1_1.mp4 di Andrea Lilli Dicembre, andiamo. E' tempo di migrare. Ora nelle sale dei cinema i critici schizzinosi lasciano le poltrone, fuggono dai film per famiglie, dai cinepanettoni: vanno a sciare, all'equatore, o restano a casa loro a zapp(ing)are. Gli spettatori più esigenti sono anche i più fragili, non lo reggono il Natale col suo... Continue Reading →

‘La vita di O-Haru, donna galante’ (Giappone/1952) Regia Kenji Mizoguchi

di Girolamo Di Noto La migliore definizione che è stata data per descrivere il regista giapponese Kenji Mizoguchi appartiene ad un critico francese, da pochi giorni scomparso, amico della Cineteca di Bologna e frequentatore assiduo del Festival del Cinema Ritrovato, Jean Douchet: " Mizoguchi è per il cinema quello che J.S. Bach è per la... Continue Reading →

‘Parasite’ (2019), di Bong Joon-ho.

di Roberta Lamonica "Questo film è: una commedia senza clown, una tragedia senza cattivi... un tuffo a capofitto giù dalle scale. Siete tutti invitati in questa tragicommedia innarrestabilmente feroce" (Bong Joon Ho) Scale che scendono sempre più in basso incontrano cavi aerei e arrivano lì, dove il mondo si vede dalle finestre di un seminterrato... Continue Reading →

‘Burning – l’amore brucia’ di Lee Chang-dong (Corea del Sud, 2018)

di Andrea Lilli   --- Gin a body meet a body Coming thro’ the rye, Gin a body kiss a body Need a body cry?   Se qualcuno incontra qualcuno che viene attraverso la segale, se qualcuno bacia qualcuno qualcuno deve piangere?   (da Coming thro’ the rye, di Robert Burns. Cfr. Il giovane Holden, di... Continue Reading →

Mademoiselle: erotismo e inganno nel nuovo film di Park Chan-wook

Di Corinne Vosa Il celebre regista coreano Park Chan-wook ( Old boy, Thirst, Lady Vendetta, Stoker) torna con un thriller erotico che con un estetismo ammaliante esalta la femminilità, deturpata da una viscida perversità maschile e in ricerca di un'agognata autonomia. Nella Corea degli anni ’30, Sookee, una ragazza di umili origini, viene assunta come ancella della... Continue Reading →

Venezia 76: ‘La Vérité’ (2019), di H. Kore’Eda

di Luca Graziani 'La vérité' (2019), scritto e diretto da Hirokazu Kore'eda è il primo film del regista giapponese a non essere girato nella sua lingua. Con Catherine Deneuve, Juliette Binoche e Ethan Hawke. Film delicato, dall’atmosfera francese ma di regia giapponese. Hirokazu Kore'Eda apre il 76esimo Festival del Cinema di Venezia con la sua... Continue Reading →

‘Oasis’ (South Korea/2002), di Lee Chang-dong

di Girolamo Di Noto Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, nel 2002, Oasis, del regista sudcoreano Lee Chang-dong, si rivelò a suo tempo, uno dei film più belli ed applauditi del Festival, ottenendo meritatamente due premi prestigiosi: Miglior Regia e Premio Mastroianni alla migliore attrice esordiente, la strepitosa Moon So-ri. A sorprendere e a... Continue Reading →

‘Ferro 3- La Casa Vuota’ (2004), di Kim Ki-Duk.

di Roberta Lamonica “...Un illustre ospite visita la mia minuta cella esposta a nord. Non il supervisore in un normale giro d’ispezione, ma un raggio di sole nell’incalzare della sera, più piccolo d’un foglietto più volte ripiegato. Sono pazzo di te, mio primo amore! Si posa sul palmo della mano, riscalda le dita d’un timido... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: