Mamma Roma, di Pier Paolo Pasolini (Italia,1962)

di Girolamo Di Noto -Il 5 marzo 1922, cent'anni fa, nasceva a Bologna Pasolini, poeta, narratore, prima che regista, uomo sensibile, osservatore implacabile dell'Italia. Mamma Roma, secondo film del regista dopo Accattone, rappresenta più di tutto lo scacco drammatico di un'integrazione, l'impossibilità di un riscatto sociale, di diventare 'signori'.

The tree of life, di Terrence Malick (2011)

di Francesco Gatti “Un giorno cadremo e verseremo lacrime, e perderemo tutto, ogni cosa."Il signor O’Brien Locandina Le reazioni contrastanti alla première stampa del film a Cannes e le critiche per il budget multi milionario, non hanno impedito che il quinto lungometraggio di Terrence Malick sia entrato di diritto nella storia del cinema, opera complessa,... Continue Reading →

Belfast, di Kenneth Branagh (GB 2021)

di Laura Pozzi Durante la visione di Belfast si ha come l’impressione di sfogliare un vecchio album di foto, dove i ricordi prendono il sopravvento e la nostalgia pervade ogni singola istantanea caduta sotto i nostri occhi, magari un poco lucidi per l’emozione che non siamo riusciti a trattenere. Succede che superata una certa età... Continue Reading →

La calda amante, di François Truffaut (La peau douce, 1964)

François Truffaut mette in questo film - più che in tanti altri - emozioni e sentimenti attinti direttamente dalla propria vita, e trasmessi con la consueta eleganza: ed è un regalo insostituibile. "Nel suonare, per prima cosa ci si deve preoccupare di trasmettere emozioni... Non solo per sé stessi, ma anche per gli altri". (André Gide, ripreso in una proiezione di un film nel film. 'Jouer' in francese vale come 'to play': significa giocare, suonare, recitare, proiettare un film, ed altro.)

Effetto Notte, di François Truffaut (La nuit américaine, FR 1973)

di Laura Pozzi Effetto notte, tredicesimo lungometraggio realizzato da François Truffaut e premio Oscar come miglior film straniero nel 1974 è indubbiamente uno dei titoli più incisivi del regista francese, nonchè uno dei film più amati e celebrati della storia del cinema. Girato dopo un lungo periodo di crisi culminato con il clamoroso e immeritato... Continue Reading →

Il Pianista, di Roman Polanski (The Pianist, Polonia 2002)

di Laura Pozzi “La vita è una perpetua violenza. Ne so qualcosa. Non solo per aver vissuto qualche tempo negli Stati Uniti, ma per essere rimasto profondamente polacco: quando si nasce in Polonia all’epoca in cui sono nato io, non si può mai dimenticare la legge della violenza.” Roman Polanski Il pianista, sedicesimo lungometraggio diretto... Continue Reading →

Aline – La voce dell’amore di Valérie Lemercier (CA/FR 2021)

di Laura Pozzi Il 16 gennaio 1998 usciva nelle sale italiane Titanic, il monumentale kolossal firmato da James Cameron. Un film iconico, scolpito nell’immaginario collettivo, amato e odiato in egual misura , ma tuttavia capace di sfidare e resistere con eleganza e disinvoltura alle “intemperie” del tempo. Vincitore di undici premi Oscar (fra cui miglior... Continue Reading →

West Side Story, di Steven Spielberg (2021)

di Laura Pozzi Appare un tantino fuori luogo considerare la nuova versione di West Side Story firmata da Steven Spielberg e uscita nelle sale il 23 dicembre scorso come un semplice remake magnificamente riuscito della celeberrima e ultra premiata pellicola del 1961 realizzata da Jerome Robbins e Robert Wise. Questo perché a tutti gli effetti... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: